Caso specifico: Nexenta utilizza le unità Enterprise Performance 10K HDD di Seagate per soluzioni VDI


Caso specifico: Nexenta VSA

Le caratteristiche del carico di lavoro degli ambienti operativi delle infrastrutture desktop virtuali (VDI) richiedono una soluzione adeguata alla gestione di più utenti che utilizzano una vasta gamma di applicazioni a intervalli irregolari.

Il sistema di memorizzazione potrebbe ad esempio non essere in grado di gestire gli accessi simultanei da parte di utenti (tempeste di accessi) o i picchi nell'attività I/O dovuti all'avviamento simultaneo di un gruppo di applicazioni, con conseguenti tempi di risposta elevati e una minore produttività degli utenti.

Una ricerca di Enterprise Strategy Group (ESG)1 ha infatti evidenziato l'importanza di questi problemi, con il 38% degli intervistati che ha scelto le basse prestazioni come una delle principali preoccupazioni dell'implementazione di una soluzione di virtualizzazione dei desktop.

Risolvere questo problema risulta ancora più difficile se si considera che gli ambienti VDI continuano a cambiare insieme alla naturale evoluzione delle esigenze aziendali. Con l'aggiunta di nuovi reparti o filiali all'infrastruttura, il numero di utenti aumenta e le combinazioni di profili utente cambiano. Di conseguenza periodicamente vengono aggiunti nuovi server, ipervisori e sistemi di memorizzazione.

Gli amministratori IT si trovano a dover fornire continuamente nuovi desktop e riconfigurare il pool di desktop esistente al fine di riequilibrare le risorse disponibili e fornire prestazioni adeguate e prevedibili. La configurazione dell'infrastruttura desktop virtuale avviene spesso per tentativi, data la difficoltà di definire le prestazioni a tutti i diversi livelli dell'infrastruttura (hardware di memorizzazione, ipervisori, risorse del server, schede di controllo I/O, connessioni di rete e dispositivi client).

Senza conoscere gli impatti specifici delle variabili di configurazione sulle prestazioni delle VDI, spesso i reparti IT distribuiscono risorse in eccesso per evitare eventuali problemi di prestazioni, data l'impossibilità di misurare con precisione le prestazioni da punto a punto o di calibrare la configurazione rispetto ai requisiti. Questa pratica comporta costi non necessari e riduce il ritorno sugli investimenti (ROI) delle infrastrutture desktop virtuali.

Soluzione: memorizzazione ed elaborazione integrate per le prestazioni
La separazione di infrastrutture desktop virtuali e memorizzazione ha sempre rappresentato una sfida impegnativa, che ha storicamente ostacolato la distribuzione e l'ottimizzazione di tali infrastrutture. Ma oggi questa separazione è stata eliminata grazie alla convergenza delle migliori piattaforme server e blade con il sistema VSA per VMware® Horizon View™ (NexentaConnect) di Nexenta®. Il sistema NexentaConnect (precedentemente NV4V) consente di combinare la gestione di elaborazione, rete e memorizzazione in una singola piattaforma, al fine di semplificare notevolmente il processo di configurazione di una soluzione di virtualizzazione dei desktop.

Il gestore di distribuzione del sistema NexentaConnect utilizza caratteristiche desktop definite dall'utente per gestire pool di desktop e consente di sfruttare ogni unità SSD presente grazie alla funzionalità di rilevamento automatico dei sistemi di memorizzazione interna degli host VMware® vSphere. Il sistema NexentaConnect inoltre consente di coordinare le numerose operazioni che devono essere elaborate con VMware vCenter™, vSphere e il server di connessione Horizon View. Il risultato è un pool di desktop Horizon View pienamente equipaggiati con memorizzazione integrata.

Inoltre, i vantaggi del sistema NexentaConnect superano la distribuzione iniziale di VDI, infatti il gestore di prestazioni del sistema NexentaConnect e gli strumenti integrati host-client consentono di ottenere analisi in tempo reale dell'ambiente di desktop virtuale. Il gestore della configurazione consente di semplificare l'espansione dell'ambiente VDI e utilizzando le analisi del gestore di prestazioni con il sistema NexentaConnect è possibile ottenere consigli e configurare la memorizzazione.

 

Figura 1. Il sistema NexentaConnect rende astratta la memorizzazione locale come apparecchiatura di memorizzazione virtuale

Vantaggi principali

  • Architettura flessibile e scalabile utilizzando hardware standard x86 o host di virtualizzazione
  • Installazione sullo stesso hardware che contiene macchine virtuali VDI, ottimizzando le prestazioni di tutti i sistemi VDI
  • Comunicazione con VMware vSphere e Horizon View per la distribuzione di una piattaforma di memorizzazione personalizzata con desktop virtuali
  • Strumenti integrati di prestazioni e benchmark per valutare il funzionamento a regime e in occasione di numerosi avvii simultanei
  • Prestazioni di scrittura più elevate, maggiore integrità dei dati, deduplicazione e compressione inline dei dati, rapide istantanee e clonazioni grazie alla tecnologia del file system ZFS
  • Distribuzione tramite VSA o direttamente nella configurazione originale
  • Abbassamento dei costi totali di distribuzione e gestione di una soluzione desktop virtuale
  • Breve implementazione con la configurazione integrata

Prestazioni delle VDI più elevate con il sistema NexentaConnect
Le distribuzioni desktop sono convalidate in maniera ottimale grazie ai test delle prestazioni a pieno regime con l'utilizzo di strumenti in grado di simulare il comportamento degli utenti e carichi di lavoro molto realistici. Utilizzando Login VSI 3.6, lo strumento di test per VDI standard del settore, è possibile misurare i significativi vantaggi del sistema VSA per VMware Horizon View di Nexenta rispetto alle tradizionali distribuzioni di VDI:

  • Maggiore velocità di throughput verso sistemi SAN
  • La compressione ZFS e la scrittura in streaming consentono di trasferire più contenuto in modo più efficace a unità limitate dalla velocità in IOPS.
  • I risultati del benchmark indicano un miglioramento delle velocità di throughput fino a 2 volte in scrittura e 8,5 volte in lettura utilizzando il sistema NexentaConnect.
  • Valori IOPS più elevati
  • Più IOPS disponibili in caso di elevati conflitti nelle reti SAN.
  • Miglioramento dei valori IOPS fino a 1,5 volte in scrittura e 4,4 volte in lettura utilizzando il sistema NexentaConnect.
  • Latenza inferiore con il sistema NexentaConnect
  • Riduzione di latenza fino al 77% in scrittura e all'82% in lettura durante il funzionamento intensivo
  • Riduzione di latenza fino all'81% in scrittura e al 53% in lettura durante il normale funzionamento
  • Densità più elevata con il sistema NexentaConnect
  • Punteggio VSImax più alto del 72% con Login VSI durante il funzionamento intensivo Tabella 1. Il sistema NexentaConnect rende astratta la memorizzazione locale come apparecchiatura di memorizzazione virtuale (VSA)

 

*Risultati dei test ottenuti utilizzando un server UCS C240 M3 di Cisco. In base ai risultati dei test con Login VSI 3.6, la densità massima di desktop virtuali per un singolo server UCS B230 M2 di Cisco con VSA per Horizon View di Nexenta è pari a 196 desktop virtuali.

Il sistema NV4V sfrutta le capacità di cache della tecnologia ZFS per interporre una cache buffer tra le macchine virtuali e la memorizzazione. Siccome la VSA si basa sull'ipervisore e utilizza la RAM di sistema come cache, i blocchi sono recuperati quasi immediatamente e non lasciano il sistema appena consegnati alla macchina virtuale, consentendo così di alleggerire i livelli di carico I/O dalla rete SAN e accelerare le macchine virtuali.

Più importante, le apparecchiature fortemente integrate sono ottimizzate in maniera automatica specificatamente per la gestione e i carichi di lavoro delle VDI. Ciò significa che il parco software completo può essere distribuito a qualsiasi array di memorizzazione e server interno.

Unità Enterprise Performance 10K HDD di Seagate® per soluzioni VDI: IOPS, efficienza e affidabilità sono importanti
Le soluzioni VDI presentano esigenze molto elevate per le prestazioni IOPS delle unità disco. Queste unità disco devono garantire velocità di lettura e scrittura eccezionali (in modalità casuale e sequenziale) e assicurare affidabilità classe Enterprise per tollerare i pesanti carichi tipici degli ambienti VDI.

Soluzioni VDI locali sono spesso distribuite nel caso di filiali e altri siti remoti che non dispongono di spazio, capacità di alimentazione e raffreddamento, caratteristiche garantite dai data center centralizzati. La distribuzione ottimale delle VDI in queste strutture più piccole prevede server blade con unità disco di piccolo formato che combinano le elevate capacità ai bassi consumi energetici (riducendo così i requisiti di raffreddamento).

Le unità Enterprise Performance 10K HDD di Seagate forniscono una combinazione di prestazioni, efficienza e affidabilità ideale per le distribuzioni di memorizzazione in VDI. Le unità Enterprise Performance 10K HDD di Seagate garantiscono:

  • Prestazioni di accesso sequenziale superiori fino al 30% e di accesso casuale superiori fino al 13% rispetto alle unità concorrenti
  • Fino al 100% di dati in più in metà spazio nel rack rispetto alle unità disco da 3,5" e 15.000 giri/min con le capacità più elevate
  • Il miglior tempo di accesso casuale in lettura della classe, pari a 295 IOPS
  • Un'efficienza energetica superiore con un consumo di 0,0038 watt/GB
  • Una superficie occupata più piccola del 70% e il doppio della capacità rispetto alle unità precedenti da 3,5"
  • La tecnologia PowerChoice™ di Seagate conforme alle specifiche T10 per ottimizzare il consumo in base all'uso

1Rapporto di ricerca ESG, Evoluzione del mercato della virtualizzazione desktop, febbraio 2013.

Tag:



Caso specifico: Nexenta VSA

Sede: Santa Clara, California, Stati Uniti
Sito Web: www.nexenta.com
Settore: gestione della memorizzazione mediante software



Sfida

  • Ottimizzazione delle prestazioni delle infrastrutture desktop virtuali

Soluzione

  • Memorizzazione ed elaborazione integrate per le prestazioni

Vantaggi principali

  • Architettura flessibile e scalabile utilizzando hardware standard x86 o host di virtualizzazione
  • Installazione sullo stesso hardware che contiene macchine virtuali VDI, ottimizzando le prestazioni di tutti i sistemi VDI
  • Comunicazione con VMware vSphere e Horizon View per la distribuzione di una piattaforma di memorizzazione personalizzata con desktop virtuali


RISORSE CORRELATE
Soluzioni di Seagate: data center cloud

Prodotti correlati
Enterprise Performance 10K HDD
Unità Enterprise Performance 10K HDD di Seagate

Server per applicazioni critiche e array di memorizzazione esterni. Modelli SED e FIPS.

enterprise-perf-15k-300gb-dynamic
Enterprise Performance 15K HDD

Unità da 2,5” per tower, rack e server blade. Opzioni SED, SED-FIPS e TurboBoost™.

Pipeline HD - Immagine dinamica
Unità Video 3.5 HDD di Seagate

Le unità Video HDD di Seagate offrono prestazioni affidabili 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana per la memorizzazione con sistemi DVR