X

Dettagli tecnici Come aggiungere valore a un ecosistema cloud in rapida evoluzione

Le ultime tendenze, ad esempio quella di impiegare i propri dispositivi, hanno avuto un forte impatto sulle aziende e stanno portando a un cambio permanente di paradigma.

Non è certo un segreto il fatto che l'avvento del cloud ha cambiato le modalità operative delle aziende. Le ultime tendenze, ad esempio quella di impiegare i propri dispositivi, hanno avuto un forte impatto sulle aziende e stanno portando a un cambio permanente di paradigma. Ad esempio, da un sondaggio di Gartner, Inc. risulta che la rapida diffusione di dispositivi portabili personali sta trasformando l'ambiente IT tradizionale nelle aziende. Infatti il 90% delle aziende ha già integrato l'impiego di dispositivi portabili, principalmente smartphone, e l'86% delle aziende intervistate ha affermato che intende integrare l'uso di tablet multimediale nel corso dell'anno. (Fonte: sondaggio di Gartner che evidenzia come l'impiego di dispositivi personali sia una delle maggiori preoccupazioni in termini di sicurezza).

Questa è solo una delle molte tendenze che stanno portando a una trasformazione dell'ecosistema aziendale e a una maggiore richiesta di spazio di memorizzazione cloud. Le organizzazioni di tutto il mondo hanno realizzato data center e sfruttato data center cloud per aumentare la mobilità aziendale senza compromettere prestazioni, capacità, efficienza e sicurezza.

Sebbene lo spazio di memorizzazione cloud sia in netta crescita, per le aziende non è così chiaro come sfruttare al meglio queste risorse per soddisfare le loro esigenze di memorizzazione specifiche. Le aziende desiderano quindi stabilire collaborazioni a lungo termine con fornitori dotati di competenze nel campo hardware, software e dei servizi, in grado di offrire il supporto necessario per rispondere in modo efficace alle condizioni di mercato e aiutarle a raggiungere i loro obiettivi commerciali. Per risultare competitivi, i fornitori di soluzioni devono comprendere la complessità del panorama del cloud computing, che include imprese di tutte le dimensioni e di svariati settori.

Il mercato cloud
Nel report del 2013 sulle previsioni di IDC relative agli sviluppi della concorrenza per la terza piattaforma (fonte: IDC) vengono esaminate le tendenze e gli avvenimenti più importanti attesi per il 2013 nel settore IT, in termini di crescita e innovazioni per quella che IDC chiama la "terza piattaforma". Questa piattaforma, basata su dispositivi portabili, servizi cloud, tecnologie dei social network e grandi volumi di dati, include soluzioni per settori emergenti ad alto valore realizzate su tali fondamenta, nuove figure di fornitori, come fornitori di servizi e PaaS di settore, e la clientela, ossia consumatori, imprese di piccole e medie dimensioni, dirigenti line-of-business e clienti dei mercati emergenti, che ricopriranno ruoli importanti nella crescita dei prossimi otto anni.

In base alle previsioni di IDC, nel 2013 la pressione sarà maggiore, in quanto il mercato ha superato la prima fase esplorativa e la piena adozione porterà a una concorrenza spietata. La capacità, o l'incapacità, dei fornitori di affermarsi ora come leader nella terza piattaforma, anche a rischio di cannibalizzare le attività esistenti nella seconda piattaforma, ridefinirà la loro posizione nel mercato IT e, nel tempo, in tutti i settori che utilizzano IT.

Per un esame più dettagliato del mercato cloud, i fornitori di soluzioni di memorizzazione possono consultare le previsioni a livello mondiale del settore dei sistemi di memorizzazione classe Enterprise per il cloud privato e pubblico nel periodo 2011-2015 di IDC, che fornisce indicazioni per fornitori di servizi cloud pubblici e privati (documento n. 230283, settembre 2011). In base alle analisi di mercato si stima che le spese dei fornitori di servizi cloud in sistemi di memorizzazione cloud pubblici aumenteranno tra il 2010 e il 2015, con un tasso di crescita annuale complessiva del 23,6%. Nello stesso periodo, le spese elle aziende in sistemi di memorizzazione cloud privati pubblici aumenteranno, con un tasso di crescita annuale complessiva del 28,9%.

Valore aggiunto
“La maggior parte delle organizzazioni sta adottando il cloud, anche se due aziende su tre non hanno ancora deciso esattamente la loro strategia. Circa un'organizzazione su otto sta attualmente pianificando la strategia e il piano di azione e solo una su quattro lo ha già fatto”, in base al white paper di IDC sponsorizzato da Infosys sull'adozione del cloud, che descrive come al momento le aziende utilizzino maggiormente cloud privati, ma il cloud ibrido stia rapidamente prendendo piede (settembre 2012). Oltre ad alleviare le preoccupazioni su sicurezza e conformità e garantire prestazioni e affidabilità, i fornitori di soluzioni potranno espandere la loro attività sviluppando e condividendo la loro esperienza cloud specifica. Nel report di IDC sui cloud privati dedicati in Europa occidentale, in cui sono esaminati i sistemi hardware, software, di rete e di servizio impiegati (IDC n. SR03U, giugno 2012), gli analisti di IDC sottolineano quanto sia importante instaurare collaborazioni tra società tecnologiche e aziende di servizi per creare trasparenza in un mercato complesso in cui i clienti sono spaventati dall'eccessiva mobilità.

Anche in un blog pubblicato a luglio su CompTIA da Ian Moyse (fonte: Channels Employing Cloud - Canali che hanno adottato il cloud) è stata evidenziata la richiesta di queste competenze. Pur confermando la crescente adozione del cloud, Moyse ha fatto notare due freni critici a tale crescita, che sottolineano l'importanza di stabilire collaborazioni tra fornitori di soluzioni e aziende che desiderano sfruttare il cloud:

1. Molte aziende incontrano difficoltà di implementazione.
2. I fornitori di soluzioni cloud fanno fatica a illustrare il valore offerto ai potenziali clienti

“Occorre maggiore informazione in tutti settori, e non solo nei reparti IT, per consentire alle aziende di comprendere e sfruttare a loro vantaggio questa interessante nuova tecnologia”, scrive Moyse.

Risoluzione delle problematiche
L'esplosione del volume di dati è un fenomeno che tocca tutte le aziende di tutti i settori. Inoltre il volume dei dati aumenta con un tasso di crescita non facilmente prevedibile. Per questo motivo le aziende cercano fornitori di soluzioni in grado di offrire sistemi di gestione dei dati che consentono di scalare prestazioni e capacità a costi contenuti.

Budd Van Lines, un trasportatore di merci a livello nazionale, ha sperimentato quanto la richiesta di memorizzazione possa crescere rapidamente nel momento in cui ha aggiornato il suo sistema di sicurezza.

L'aggiornamento ha infatti portato a un'esplosione del volume dei dati, in quanto la maggiore risoluzione delle videocamere di sicurezza, che ha reso le attività dei dipendenti molto più sicure, ha anche aumentato notevolmente lo spazio richiesto per memorizzare i file video. Come altre aziende, Budd ha scelto di utilizzare la memorizzazione cloud per una distribuzione più rapida e una maggiore scalabilità. Un gran numero di aziende si trova ad affrontare una simile esplosione del volume dei dati e cerca soluzioni che consentano di gestire le risorse in modo scalabile ed economicamente conveniente.

Molte organizzazioni hanno scelto il cloud come risposta alle problematiche di gestione dei dati, ma ognuna ha esigenze diverse. Le funzionalità richieste dalle singole applicazioni all'interno dello stesso tipo di attività possono infatti essere molto diverse. Non tutte le applicazioni richiedono ad esempio lo stesso livello di prestazioni e le soluzioni che non tengono conto di queste differenze portano a degli sprechi economici. Le aziende che decidono di passare alla memorizzazione cloud daranno quindi la priorità a caratteristiche quali flessibilità e scalabilità.

I fornitori di soluzioni possono aggiungere ulteriore valore rispondendo a problematiche specifiche del settore. Un esempio chiaro è dato dal settore sanitario.

Memorizzazione a lungo termine e rapido accesso - In un articolo di InformationWeek (fonte: Cloud Storage A Good Match For Healthcare - La memorizzazione cloud risponde alle esigenze del settore sanitario), l'analista IT George Crump ha sottolineato che le soluzioni di memorizzazione dati basate sulla tradizionale archiviazione su nastro non sono adatte alle organizzazioni sanitarie, che non solo hanno bisogno di capacità enormi in seguito al passaggio delle cartelle al formato digitale, ma devono anche avere accesso immediato alle informazioni dei pazienti in caso di emergenza. I fornitori di soluzioni che offrono memorizzazione cloud possono non solo garantire archiviazione a lungo termine e rapido accesso, ma possono anche aggiungere valore per il settore specifico, ad esempio soddisfacendo i molti e severi requisiti normativi che gli enti sanitari devono rispettare.

Per una crescita strategica, oltre a tenere presente le esigenze di settore, occorre considerare l'impatto delle dimensioni delle aziende sui requisiti di memorizzazione. Da un'indagine di IDC risulta che un gran numero di aziende di piccole e medie dimensioni sta passando al cloud pubblico in risposta alla crescita del volume dei dati e per soddisfare le esigenze di backup, archiviazione e condivisione delle informazioni. IDC ritiene che la nascita di sempre più iniziative che gestiscono grandi quantità di dati richiede una “nuova classe di soluzioni di memorizzazione” per gestire l'enorme volume di dati in uno o più data center e proteggere diritti di proprietà e privacy.

Conclusione
Come abbiamo visto, l'ecosistema cloud è complesso e probabilmente lo diventerà ancora di più man mano che i vari settori integrano i loro sistemi locali con applicazioni cloud. IDC ha sottolineato che le aziende devono collaborare per fare fronte alle complessità del cloud computing. È quindi importante instaurare collaborazioni strategiche con società tecnologiche in grado di offrire valore sostenuto nel tempo.

Seagate comprende le diverse esigenze hardware e ha investito in vari tipi di soluzioni in modo che le architetture cloud realizzate con unità di Seagate offrano un'efficiente scalabilità nel rispetto dei budget. Seagate ha le conoscenze necessarie per determinare il dispositivo o la combinazione di dispositivi di memorizzazione adatta per le varie soluzioni di cloud computing e memorizzazione cloud. Oltre ad anni di esperienza nell'ecosistema di memorizzazione, Seagate ha integrato nelle sue unità funzioni innovative come PowerChoice™, Seagate RAID Rebuild™, crittografia automatica e cancellazione sicura immediata per consentire di trovare l'equilibrio di prestazioni, capacità, efficienza e sicurezza giusto per i clienti cloud.

In qualità di fornitore leader di dispositivi di memorizzazione per l'infrastruttura cloud, Seagate consente ai partner di sfruttare la sua esperienza. In questo modo i fornitori di soluzioni possono soddisfare meglio le esigenze di un mercato in evoluzione e apportare competenze a livello hardware e software. I fornitori di soluzioni possono anche collaborare con i partner Cloud Builder Alliance di Seagate per ottenere i sistemi hardware e software necessari per gli ambienti cloud pubblici, privati e ibridi. Dato che i partner Cloud Builder Alliance di Seagate hanno accesso alle ultime innovazioni in termini di funzioni e dispositivi di memorizzazione, i fornitori di soluzioni possono offrire sempre il meglio ai propri clienti indipendentemente dalle esigenze di memorizzazione specifiche.

Tag:

Prodotti correlati
Enterprise Performance 10K HDD
Unità Enterprise Performance 10K HDD di Seagate

Server per applicazioni critiche e array di memorizzazione esterni. Modelli SED e FIPS.

Unità disco Enterprise Capacity 3.5 HDD
Unità disco Enterprise Capacity 3.5 HDD di Seagate

Sistemi di memorizzazione JBOD/RAID e file server. Opzioni SED, ISE e FIPS.

Pulsar - Principale
Unità SSD SAS Pulsar di Seagate

Applicazioni per data center con molte transazioni di lettura e cloud computing.

Terascale HDD - Lato destro a tre quarti
Unità Terascale HDD per soluzioni di memorizzazione cloud di Seagate

Sistema di memorizzazione cloud NAS e DAS a basso consumo con funzione di cancellazione sicura immediata (ISE).