X

Dettagli tecnici Architettura di memorizzazione unificata: verso la riduzione dei costi dell'infrastruttura di memorizzazione a lungo termine

La convergenza a un'infrastruttura con tutte unità con crittografia automatica SFF SAS è la soluzione ideale. Le unità classe Enterprise compatibili di Seagate offrono i vantaggi dei sistemi di memorizzazione convergenti.

Introduzione

Per molti professionisti IT, l'espressione sistema di memorizzazione classe Enterprise è sinonimo di una continua battaglia per garantire l'efficienza IT in base a criteri quali prestazioni, affidabilità e integrità dei dati.

In passato i responsabili IT di sistemi classe Enterprise hanno cercato di soddisfare questi requisiti impiegando diverse tecnologie che utilizzavano unità disco da 3,5", velocità di rotazione da 10.000 o 15.000 giri/min e interfacce FC (Fibre Channel) o SCSI parallele. Recentemente all'elenco sono state aggiunte varie nuove tecnologie e standard in unità da 2,5", con interfaccia Serial Attached SCSI e crittografia. Questo insieme di tecnologie diverse ha portato alla creazione nei data center di blocchi di dati eccessivamente complessi e isolati con specifiche strutture di upgrade e manutenzione, che spesso richiedono il completo smantellamento e sostituzione dopo alcuni anni.

Nell'attuale panorama aziendale a questo problema si aggiungono pressioni di mercato e preoccupazioni ambientali che richiedono la riduzione della superficie e un consumo energetico responsabile, con conseguente necessità di adottare sistemi di memorizzazione migliori con funzionalità più estese e maggiore efficienza al fine di potere supportare sistemi che possono essere ampliati facilmente e in grado di sostenere la crescita aziendale.

Sfide per i sistemi di memorizzazione

Condizioni economiche difficili, una marea di requisiti normativi e una maggiore enfasi sul rispetto dell'ambiente e sui problemi energetici sono alcuni dei principali fattori che stanno presentando nuove problematiche ai professionisti IT. Ad esempio:

Crescita dei dati

I dati aziendali sono in aumento esponenziale. L'aggiunta di capacità senza piani di integrazione o espansione a lungo termine può portare a costose sostituzioni dell'intero parco dei sistemi di memorizzazione in futuro.

Integrità dei dati

Poiché le aziende hanno trasferito virtualmente tutte le loro attività e risorse nel mondo digitale, l'affidabilità e l'integrità di questi dati è ora più importante che mai. È però anche necessario garantire una risposta immeditata ai comandi al fine di evitare un degrado delle prestazioni dei sistemi.

Sicurezza dei dati

Violazioni di dati, normative delle disposizioni Safe Harbor1 che richiedono la crittografia e cause intentate a seguito della perdita di dati sono tra i motivi che obbligano le aziende a salvaguardare i dati

Sistemi IT ecologici

Gli esperti ritengono che i data center aziendali presto dovranno sostenere costi associati ai consumi energetici (alimentazione e raffreddamento) pari a quelli dell'infrastruttura hardware.

Contenimento dei costi

A causa della difficile situazione economica attuale, una delle priorità più impellenti delle aziende è ridurre i costi, mentre al contempo la virtualizzazione, i sistemi di memorizzazione con livelli automatici e le infrastrutture di cloud computing stanno alzando le aspettative per le infrastrutture IT interne.

Questi esempi illustrano chiaramente le complesse problematiche associate ai sistemi di memorizzazione che i professionisti IT devono affrontare ogni giorno. È ovvio quindi quanto sia importante trovare un approccio ai sistemi di memorizzazione più semplice e sostenibile.

Il nuovo requisito per i sistemi di memorizzazione classe Enterprise: la convergenza

Con l'introduzione delle unità con memoria allo stato solido nei livelli dei sistemi di memorizzazione che richiedono le prestazioni più elevate e l'utilizzo invece di unità disco classe Enterprise tradizionali per i requisiti di memorizzazione dei livelli 1 e 2/3, le premesse su cui si basano i sistemi di memorizzazione classe Enterprise continueranno a impedire la migrazione verso soluzioni di memorizzazione più moderne ed efficienti.

Allo stesso tempo, e ora ancora più di prima, è necessario soddisfare le tipiche esigenze aziendali di prestazioni, affidabilità e integrità dei dati.

La convergenza verso un'infrastruttura più semplice e interdipendente è quindi vitale per fare fronte alle problematiche imposte dal nuovo ambiente dei sistemi di memorizzazione classe Enterprise. Grazie alla riduzione del costo totale di proprietà e a un maggiore ritorno sugli investimenti, questa convergenza può consentire alle aziende di tutte le dimensioni di garantire la sostenibilità e scalabilità delle proprie attività.

Meno unità disco classe Enterprise ma migliori

Questa convergenza è supportata da un gamma di unità classe Enterprise semplificata ma molto più potente che include tre delle migliori tecnologie del settore: l'interfaccia Serial Attached SCSI (SAS), i dispositivi di memorizzazione da 2,5" di piccolo formato (SFF) e le funzionalità di sicurezza offerte dalle unità con crittografia automatica (SED).

SAS garantisce prestazioni e integrità dei dati

L'interfaccia SAS classe Enterprise comprovata sul campo unisce velocità di trasferimento estremamente elevate, una migliore scalabilità e funzioni di integrità dati e di segnale di prossima generazione. Ne risultano prestazioni e protezione dei dati migliori rispetto alle soluzioni SCSI parallele, il tutto con costi e complessità inferiori rispetto a Fibre Channel.

SAS supporta inoltre le unità SATA, che sono ancora utilizzate in alcune applicazioni classe Enterprise economiche ad elevata capacità. Sebbene non includano alcuni dei vantaggi tipici di un'infrastruttura composta esclusivamente da unità SAS, le distribuzioni miste SAS/SATA offrono alcuni dei vantaggi associati alla convergenza.

Anche se esistono altre opzioni di interfaccia emergenti, ad esempio PCI Express, SAS ha dimostrato la sua validità nel tempo ed è stata ben accettata nell'intero ecosistema aziendale.

Costi inferiori e maggiore efficienza con le unità SFF

La rapida adozione nel settore delle unità classe Enterprise da 2,5" per l'uso all'interno di server ha contribuito a rendere ben noti i punti di forza di queste soluzioni, che includono un'interessante gamma di vantaggi rispetto alle unità da 3,5":

  • Riduzione dei costi grazie a un consumo energetico inferiore (fino al 75%).
  • Aumento delle prestazioni a livello di sistema (IOPS/U, IOPS/W) grazie a un design efficiente.
  • Sistema di raffreddamento e di circolazione dell'aria ottimizzato grazie a chassis più piccoli e a una minore generazione di calore.


Le unità SFF, con un'altezza standard di 15 mm, rappresentano una soluzione ottimale, ideale per server con più unità all'interno di data center, e consentono a OEM e costruttori di sistemi di ridurre i costi e la complessità di progettazione. Grazie inoltre a capacità fino a 600 GB, le unità SFF diventeranno lo standard anche per sistemi di memorizzazione DAS, SAN e NAS.

Smaltimento delle unità disco semplificato dalla protezione SED dei dati

La tecnologia di crittografia automatica (SED) ha portato la sicurezza dei dati dove prima non era presente, ossia sulle unità disco stesse. Ora i responsabili dei sistemi di memorizzazione classe Enterprise possono con facilità e rapidità proteggere i dati aziendali sui supporti dove sono memorizzati.

Grazie a un sistema di protezione dei dati memorizzati in linea con le direttive di legge durante l'intero ciclo di vita dell'unità, la tecnologia SED consente alle aziende di ridurre in modo significativo le spese di decommissionamento delle unità, un problema importante in vista del contino aumento della quantità di dati e quindi del numero di unità associate che giungeranno alla fine del loro ciclo di vita.

Un migliore ecosistema di unità classe Enterprise

Sebbene i vantaggi offerti dall'unione delle tecnologie SAS, SFF e SED abbiano portato alla creazione di un'unità notevolmente migliore, le problematiche dei sistemi di memorizzazione classe Enterprise non possono essere risolte semplicemente con un approccio basato sulle unità, e nemmeno sui rack. Infatti, la sicurezza di un array di memorizzazione non garantisce la sicurezza dei dati aziendali, così come un singolo rack di memorizzazione che consuma meno energia non riduce in maniera sostanziale i costi energetici globali di un data center.

Come base delle più avanzate soluzioni di memorizzazione e dei server con più unità devono quindi essere utilizzati dispositivi di memorizzazione standardizzati la cui distribuzione e gestione nel tempo risulti più semplice e meno costosa:

  • Una famiglia completa di unità SAS/SFF/SED soddisfa tutti i requisiti dei sistemi di memorizzazione classe Enterprise mediante un singolo insieme di dispositivi di convergenza, che riducono i costi associati a parti di ricambio e formazione del personale IT.
  • La possibilità di utilizzare combinazioni con vari tipi di unità in base alle esigenze aziendali garantisce una migliore scalabilità e consente di evitare costose interruzioni dell'attività e sostituzioni di dispositivi obsoleti non pianificate.
  • La standardizzazione su una piattaforma SAS/SFF/SED di convergenza assicura che tutti gli ambienti di memorizzazione all'interno dell'azienda mantengano un livello consistente di integrità dei dati (mediante SAS) e di sicurezza dei dati (mediante SED), che rappresenta un metodo semplice e prudente per garantire la protezione continua di tutti i dati.

Soluzione: architettura di memorizzazione unificata di Seagate®

La risposta di Seagate alle nuove sfide e ai requisiti delle aziende moderne è una gamma integrata e completa di dispositivi di memorizzazione classe Enterprise: l'architettura di memorizzazione unificata, che rappresenta una convergenza verso sistemi di memorizzazione sicuri più semplici e affidabili.

L'architettura di memorizzazione unificata di Seagate consente ai clienti IT di:

  • Ridurre il numero e il tipo di tecnologie utilizzate, semplificando le necessità di assistenza IT e consentendo a un numero inferiore di persone di supportare distribuzioni più estese.
  • Ottimizzare i data center massimizzando la scalabilità e migliorando le prestazioni.
  • Ridurre il costo totale di proprietà e aumentare il ritorno sugli investimenti grazie a costi di alimentazione e raffreddamento inferiori, nonché raggiungere gli obiettivi di utilizzare sistemi IT creati nel rispetto dell'ambiente.
  • I blocchi che costituitscono l'architettura di memorizzazione unificata di Seagate sono unità disco SAS da 2,5" totalmente compatibili, per ognuna delle quali è possibile includere l'opzione SED. Queste unità sono veri dispositivi classe Enterprise progettati appositamente per soddisfare l'ampia gamma di esigenze degli ambienti di memorizzazione classe Enterprise.

Compatibilità

Grazie alla standardizzazione su una piattaforma uniforme e compatibile che include tutte queste famiglie di unità, Seagate consente alle aziende di aumentare in modo significativo l'efficienza di memorizzazione e minimizzare i costi nei data center:

SAS ovunque Qualsiasi unità può essere collegata a qualsiasi scheda madre SAS o scheda HBA (Host Bus Adapter) in qualsiasi punto dell'infrastruttura di memorizzazione, per un riposizionamento trasparente delle unità.

SFF ovunque Tutte le unità possono essere installate nelle stesse configurazioni di slot delle unità in server o chassis esterni, per una maggiore libertà di distribuzione ed efficienza occupando meno superficie nei data center.

SED ovunque Quando ogni unità è dotata di tecnologia SED2, i dati risultano sicuri indipendentemente dal tipo di unità su cui si trovano.

Tabella: Gamma delle unità che supportano l'architettura di memorizzazione unificata di Seagate®

Prodotti di Seagate Caratteristiche Vantaggi
Tutti SFF (2,5")
Interfaccia SAS
Tecnologia SED disponibile
Elevati risparmi energetici, efficienza di spazio, prestazioni superiori rispetto alle unità da 3,5"
Eccezionale velocità di throughput, integrità dei dati avanzata ed enorme scalabilità
Semplice sistema di sicurezza economico per i dati aziendali statici
Unità Savvio® da 15.000 giri/min di Seagate Le unità classe Enterprise più veloci sul mercato
Unità classe Enterprise da 15.000 giri/min leader del settore con affidabilità comprovata sul campo
Prestazioni superiori in ambienti classe Enterprise caratterizzati da un elevato numero di transazioni
Affidabilità totale anche con le applicazioni multiutente più esigenti
Unità Savvio da 10.000 giri/min di Seagate Unità SFF classe Enterprise con il consumo più basso e le migliori prestazioni
Capacità elevate
Ottimizzazione del consumo PowerChoice™ su richiesta
Ottima combinazione di risparmio energetico e velocità di throughput per sistemi di memorizzazione mainstream
Capacità eccezionali e soddisfazione dei requisiti di prestazioni mainstream
Basso consumo energetico con unità inattiva
Unità Constellation® di Seagate Le unità classe Enterprise nearline più veloci sul mercato
Unità SFF classe Enterprise con capacità elevate
Ottimizzazione del consumo PowerChoice su richiesta
Prestazioni a livello di sistema (con più unità per rack U) più che doppia rispetto alle unità da 3,5"
Gestione trasparente dell'espansione del sistema di memorizzazione
Consumo energetico con unità inattiva inferiore rispetto a qualsiasi altra unità classe Enterprise

Diffusione di soluzioni di memorizzazione di convergenza

Le principali aziende del settore, quali IBM, HP e Dell, non hanno mancato di notare gli importanti vantaggi offerti dalle soluzioni SFF/SAS/SED.

Ad esempio, IBM utilizza sistemi di memorizzazione SFF/SAS/SED in tutti i prodotti BladeCenter e SED negli array di memorizzazione DS5000/8000. Dell ha introdotto chassis di espansione per sistemi di memorizzazione che includono unità SFF/SAS. Analogamente, HP offre unità SFF/SAS nei suoi server e array di memorizzazione. Oggigiorno tutti i principali OEM che producono sistemi classe Enterprise propongono soluzioni di memorizzazione classe Enterprise basate sulla piattaforma dell'architettura di memorizzazione unificata di Seagate. Al momento oltre il 50% delle unità classe Enterprise sul mercato sono soluzioni che si basano su SFF/SAS.

Questa ampia adozione nel settore è determinata dagli interessanti vantaggi offerti dalle soluzioni SFF/SAS/SED e dimostra ulteriormente che tali sistemi rappresentano il futuro nelle applicazioni di memorizzazione classe Enterprise.

Anche gli esperti del settore hanno pubblicato articoli che esprimono lo stesso entusiasmo nelle previsioni relativamente alla crescente migrazione verso soluzioni di memorizzazione SAS/SFF/SED:

“Nel momento in cui le architetture SAS verranno inevitabilmente adottate sia dai sistemi di memorizzazione interni che esterni, si assisterà a una riduzione dei costi dei componenti dei sistemi di memorizzazione SAS grazie alla produzione su ampia scala. Poiché gli OEM di sistemi di memorizzazione esterni stanno modificando i loro design per implementare SAS, è il momento giusto per progettare unità disco da 2,5" con prestazioni ottimizzate”. IDC3

“IDC prevede che la migrazione a unità disco da 2,5" per sistemi di memorizzazione interni subirà un'accelerazione nel prossimo futuro e che entro il 2010 quasi l'84% delle unità disco per sistemi di memorizzazione interni sul mercato saranno ottimizzate per le prestazioni”. IDC4

“...entro due-tre anni tutti i dispositivi che includono un'unità disco o un'unità con memoria allo stato solido includeranno unità con crittografia automatica. CISO (Chief Information Security Officer), responsabili degli acquisti, fornitori di software di gestione ed enti governativi dovranno prepararsi a questo inevitabile cambiamento”. Jon Oltsik, analista senior del gruppo Enterprise Strategy Group5

Conclusioni

Oltre alle normali esigenze di prestazioni, affidabilità e integrità dei dati, oggi le aziende richiedono sempre più dai sistemi di memorizzazione anche una maggiore efficienza energetica e sicurezza dei dati. In aggiunta, è sempre più pressante il bisogno di ridurre la complessità delle infrastrutture di memorizzazione, e i costi associati derivanti da tale complessità.

La convergenza verso un'infrastruttura costituita interamente da unità SAS SFF con crittografia automatica è la soluzione ideale, in quanto rappresenta una base ottimale per sistemi di memorizzazione potenti ma semplici. Questi sistemi di convergenza non solo offrono una combinazione di prestazioni, efficienza e sicurezza senza precedenti, ma consentono anche di ridurre i costi di distribuzione, manutenzione e upgrade. Con una gamma semplice ma completa di unità classe Enterprise compatibili, Seagate mette a disposizione di tutti i responsabili IT i vantaggi di questi sistemi di memorizzazione di convergenza.

Note a piè di pagina:

1 Libera le società dall'obbligo di notificare i clienti in caso di violazione dei dati se possono dimostrare che i dati erano crittografati.

2Richiede il supporto di un host o di una scheda di controllo conforme con le specifiche del gruppo TCG.

3 Passaggio da unità disco classe Enterprise da 3,5" a 2,5": una visione realizzata dai produttori di unità disco, marzo 2010, IDC doc n. 222289, Volume: 1 Meccanismi di memorizzazione: Dischi: Soluzioni

4 Previsioni per il mercato delle unità disco in tutto il mondo per il periodo 2010-2014 di IDC: conseguenze dei cambiamenti nel settore delle applicazioni classe Enterprise, aprile 2010, IDC doc n. 222797

5 Affermazione dello standard delle unità con crittografia automatica, 4 marzo 2009, 10:06 PST

Tag:

Prodotti correlati
enterprise-perf-15k-300gb-dynamic
Enterprise Performance 15K HDD

Unità da 2,5” per tower, rack e server blade. Modelli SED e FIPS.

Enterprise Performance 10K HDD
Unità Enterprise Performance 10K HDD di Seagate

Server per applicazioni critiche e array di memorizzazione esterni. Modelli SED e FIPS.

Constellation 2 - Principale
Enterprise Capacity 2.5 HDD

Server blade e aziendali e sistemi di memorizzazione JBOD/RAID. Opzioni SED, ISE e FIPS.

ARTICOLI SUI DETTAGLI TECNICI CORRELATI
Tecnologia Adaptive Memory nelle unità ibride con memoria a stato solido

Tecnologia Adaptive Memory nei PC portatili: rapidi tempi di avvio e integrità dei dati

Ulteriori informazioni
Distribuzione di unità ibride con memoria a stato solido sul posto di lavoro

Combinazione della velocità delle unità SSD e della capacità delle unità HDD

Ulteriori informazioni